Gardaland: le tre migliori attrazioni

0 Comments

Allora, innanzitutto perché parliamo proprio di Gardaland, che di parchi divertimenti ce ne son tanti in Italia, e tu Lauro vai a pescare proprio quello accanto a te, razza di sfaticato.

Be’, ma ovviamente è perché a metà anni 80 hanno fatto la mossa geniale di formare le menti di noi bambini. Lo guardavamo tutti Bim Bum Bam, con il cast al completo che si faceva il giro sul trenino e noi tutti li si guardava con desiderio. Quindi ecco spiegato il perché.

Tra l’altro ho scoperto che a Gardaland ci vengono pure su da Roma, e anche più in giù, cioè per capirci si fanno la notte in albergo. Non Venezia, Gardaland, cioè Bim Bum Bam ha unito l’Italia più di Garibaldi.

E ci sono andato questa settimana con la Luci e la Cate. E ho scoperto che l’Amarcord è una brutta bestia, perché unisce le fantasie di me bambino alle esigenze del quasi quarantenne che sono diventato.

Ecco quindi che passo a elencare le attrazioni secondo me più belle sulla base di quanta coda devi fare.

ZERO CODA: il far west. Tutto. Che non è un’attrazione, lo so, è più un mood, c’era anche quando facevano Bim Bum Bam così hai una sensazione di eterna giuoia con i manichini pistoleri e gli indiani a cavallo. Yee-ha.

CODA MEDIA: la monorotaia. lenta, guardi tutto dall’alto con la curiosità di uno davanti a un cantiere. perfetta per la fase digestiva, non fosse per le figlie ci starei su tutto il giorno.

CODA LUNGA, MA VELOCE: il banco della birra che trovi puntualmente accanto alle attrazioni più gettonate. Bella fresca e ristoratrice. Se non è marketing questo.

Penso di non aver dimenticato nulla. In caso fatemi sapere.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.